Descrizione


La piccola frazione di Anversa, denominata «Nido d’aquila» è un incantevole borgo incastonato su uno sperone roccioso a m. 820 slm, ricco di storia e di fascino, con le antiche case ristrutturate in maniera davvero eccellente e con uso di materiali tipici locali.


Da segnalare la Chiesa di S. Maria ad Nives, la Chiesetta di S. Maria delle Grazie e i ruderi antichi di San Michele, l’arco medioevale, i vicoli stretti ed alcune pregevoli dimore storiche.


Castrovalva appare ai visitatori come un luogo magico, in una dimensione al di fuori del tempo e dello spazio, gli ampi panorami, i lunghi  silenzi, i profumi della natura, il soffio del vento………

Maurits Cornelis Escher

Durante un suo viaggio del 1930 anche il grande artista olandese, risalendo la Valle del Sagittario, rimase colpito dal suggestivo territorio e volle rappresentarlo nelle sue opere. La celebre litografia "Castrovalva“ di Escher, esposta al Museum of Art di Washington, è considerata da molti critici quella di più alto spessore del periodo paesaggistico dell’artista. Il grande critico Bruno Ernst così la descrive: "la natura di questo luogo sconosciuto, di questo sentiero montano, di queste nuvole, dell’orizzonte, della valle, l’essenza dell’intera composizione è una profonda sintesi. Su questo suggestivo foglio, Castrovalva risulta in tutta la sua essenza di bene comune comprensibile a tutti".